Sulla spinta dei soci dell'Associazione Proprietari Casa & Immobili i quali, preoccupati della condotta troppo disinvolta di certi amministratori, hanno deciso di "istruirne" dei propri amministratori, definiti  "D.O.C.", al fine preciso di preservare i propri interessi di proprietari.

 L'amministratore A.p.c.i.  si contraddistingue principalmente per il legame coi propri "genitori" (i proprietari) che sono poi gli stessi suoi "datori di lavoro" fondendo il suo genuino carattere di "buon padre di famiglia" con una professionalità non basata sulla quantità degli stabili amministrati ma sulla qualità del suo operato.

L' A.p.c.i. infatti, oltre che a organizzare corsi di formazione e di aggiornamento per i propri soci, presta particolare attenzione alle problematiche reali della professione, della correttezza e trasparenza alla intelligente, critica e approfondita conoscenza della materia condominiale.

L' A.p.c.i. si pone quindi come punto centrale di riferimento a tutela sia del professionista che dell'amministrato, perseguendo finalità di serietà e professionalità. Ultime "produzioni" dell'associazione sono: il codice deontologico, il regolamento di condominio standard e, prossimamente, la presentazione di uno studio scientifico sull'organizzazione dell'ufficio dell'amministratore di stabili.